Servizi


Disponibilità




Newsletter


Chiamaci

Call me!

My status

La scoperta dell'avventura

Ricordando Cremonesi

Rassegna: incontri d'archivio 2012 Centro di Cultura - Il Laboratorio - Parabita (LE) 13 ottobre 2012 ore 18.30 Teatro Carducci
Grotte preistoriche, scavi, reperti e tesori archeologici del Salento. Se ne parlerà stasera a Parabita, nella sala teatro della scuola elementare di via Roma alle 18.30, in un convegno dedicato a Giuliano Cremonesi, l’illustre studioso che tanto ha dato alla scoperta e all’approfondimento storico del territorio salentino, organizzato dal centro di cultura “Il laboratorio” del prof. Aldo D’Antico.

 

Al rettore dell’Università del Salento, prof. Ing. Domenico Laforgia, che renderà il suo personale omaggio all’archeologo, anche l’onore di consegnare alla vedova, la signora Renata Grifoni Cremonesi, docente dell’Università di Pisa presente alla cerimonia, l’”Apollo d’Argento”, prestigioso riconoscimento dedicato a personaggi che in vario modo e a vario titolo, si sono distinti nel campo locale della cultura, dell’arte e della ricerca. Il lavoro e le scoperte del professor Cremonesi, che detenne la cattedra di Paleontologia dell’ateneo leccese fino al 1981, infatti, sono saldamente legati al Salento, del quale egli, d’origine toscana, era profondamente innamorato.

 

Nel laboratorio paletnologico dell'Università di Lecce, che attrezzò in prima persona insieme ai suoi studenti, furono attentamente analizzati migliaia di reperti e documenti provenienti dai principali siti preistorici del territorio, dalla grotta di Sant'Ermete di Matino a contrada Cattìe di Maglie, dalla stazione mesolitica di San Foca ai villaggi dell'età del Bronzo di Santa Maria di Leuca, Otranto e Cavallino.

 

E la prima tappa degli studi salentini di Cremonesi fu proprio Parabita, dove giunse nel 1964 per una sessione di scavi e ricognizioni effettuate nella Grotta delle Veneri insieme al comitato scientifico del museo di Maglie, con il quale collaborò intensamente fino al 1992, anno della sua scomparsa. Tra i suoi meriti, oltre a quello di aver aperto la ricerca storica all’apporto di discipline collaterali come la paleobotanica e l'archeozoologia, anche l’aver portato alla laurea in preistoria i primi giovani salentini, tra i quali Elettra Ingravallo, che oggi tiene la cattedra di Paleontologia all'Università di Lecce e Medica Assunta Orlando, direttrice del Museo di Maglie, delle quali, durante il convegno, si ascolteranno i ricordi e le testimonianze. Insieme a loro anche Francesco D’Andria, (direttore della scuola di Archeologia dell’Università del Salento), Franco Tozzi (Direttore Dipartimento scienze archeologiche Università di Pisa), Luigi Panzeri, Felice Moro, Antonio Piccinno e Jean Guilaine. Chiuderanno la serata, il sindaco di Parabita Alfredo Cacciapaglia e il presidente della Provincia di Lecce, Antonio Gabellone.

 

Fonte: Daniela Palma - Nuovo Quotidiano di Puglia


Strutture

Villetta Bucogi


Chiudi gli occhi ... rilassati ... sogna ...la vacanza a bordo piscina è il desiderio che si realizza ...

Appartamento Teseo


Mare ... mare ... mare ...profondo blu!

Appartamento Arianna


Mare ... mare ... mare ...profondo blu!

Visualizza tutte le strutture